EDO: ieri si è giocato!

6 Ott

 

 

 

 

 

Nella giornata Edo Mani …si gioca abbiamo potuto assistere a esibizioni di danza molto belle, canti a tema con la giornata, un’organizzazione perfetta attraverso stand ludici e gastronomici.

Anche la partita di calcio sociale ha ottenuto successo contribuendo allo scopo benefico della giornata

Due nostri amici del blog hanno montato quello splendido palco vicino al campo di calciotto!

Bibliomondo ha contribuito a diffondere la cultura della lettura con il suo spazio biblioteca…e poi c’era una porta dell’armadio che portava magicamente a Narnia costruita da alcuni del nostro gruppo del blog.

In questa occasione sono state consegnate le etichette realizzate da Intonaci e la Comunità Passaggi per decorare  le porte de “La casa di Edo”.

Per apertura e chiusura sono stati lanciati dei palloncini per salutare Edoardo e la sua importante associazione .

 

 

 

grazie all’associazione EDOARDO MARCANGELI ONLUS per questa splendida esperienza

Non conta quante volte caschi nella vita ma quante volte ti rialzi!

 

 

 

 

Annunci

EDOMANI si gioca! III Edizione 2017

29 Set

 

Vi aspettiamo numerosi e a braccia aperte perché ci sono molte attrattive!

…e poi c’è Lorenzino che prepara da magnà!

dal gruppo del blog

Intonaci di Tufo: un’esperienza di forti emozioni

22 Set

 

 

 

 

 

 

Il 30 luglio si è conclusa un’esperienza chiamata “Intonaci di Tufo”, nella quale noi della comunità Passaggi abbiamo dipinto un murales, con il fondamentale supporto degli artisti della valle del cavaliere. Un’esperienza iniziata molti mesi prima con il primo incontro avvenuto tra noi ragazzi e Lorena, Lorenzo, Annamaria, Paolo e Federica, che ci hanno portato la loro vitalità e simpatia, proponendoci la possibilità di questo progetto artistico, a cui noi abbiamo risposto mettendo in campo numerose idee che hanno colpito i nostri amici artisti per creatività e autenticità.  Abbiamo avuto la fortuna di intraprendere un percorso artistico preparatorio dove abbiamo sperimentato le nostre doti creative realizzando anche una bozza delle nostre idee proposte.

Subito è emersa la nostra abilità nell’usare colori con varie tecniche e i nostri maestri sono stati piacevolmente colpiti. Sebbene avessimo dimostrato il nostro timore iniziale, già dalle prime uscite a Tufo abbiamo avuto una intenza complicità emotiva per realizzare emozioni e sensazioni che ci coprono di brividi riguardanti i nostri percorsi di vita realizzandole nelle immagini contornate dei nostri murales.

Da li che ognuno di noi ha portato la nostra esperienza per esempio Vincenzo ha scelto di rappresentarsi con la bicicletta perché appassionato di ciclismo e gli è piaciuto il lavoro finale.

A Lorenzo questo progetto è piaciuto molto per lui è stato molto emozionante. Una cosa che gli è piaciuta è l’accoglienza.Llui si è rappresentato con il cane perché è la sua passione. Per Marlon l’insegnamento degli artisti è stato esemplare, sono stati affettuosi e ci  hanno accolto nella miglioro maniera possibile. Ezio ci dice che con la sua esperienza con i murales, attraverso un’immagine ha potuto esprimere il vero Io. Per Stesi invece attraverso l’espressione dei suoi murales ha comunicato la sua storia e i punti più importanti della sua personalità. L’ulivo riportato rappresenta la sua terra natale (la Puglia) e ha un significato anche simbolico.

Ringraziamo gli artisti della Piana del Cavaliere che ci hanno regalato il loro tempo e le loro emozioni, che ci hanno permesso di realizzare un lavoro rappresentativo e comunicativo.

Ringraziamo il paese di TUFO per lo spazio che ci ha messo a disposizione, per l’ospitalità e l’accoglienza. In particolare la mamma de Moreno il fornaio, la Pro Loco  per l’intonaco e per i rinfreschi. Ringraziamo Antonella e le operatrici che hanno collaborato. Ogni persona che passerà davanti ad ogni murales che susciterà loro delle emozioni.

 

 

In questi articoli potete trovare riferimenti e informazioni sull’evento

http://www.confinelive.it/progetto-intonaci-tufo-attivita-artistiche-culturali-pieno-ritmo/

http://www.confinelive.it/intonaci-tufo-carsoli-cerimonia-di-inaugurazione-per-ledizione-2017/

https://www.facebook.com/inarteliberi/

 

 

Pecora “alla callara”

8 Set

Ipecora-alla-callarangredienti : carota sedano 2 spicchi di cipolla (soffritto base) 2  spicchi d’aglio rosmarino alloro 6 bacche di ginepro mezzo litro di vino bianco un mazzetto di maggiorana   olio sale e  pepe  e 1 passata di pomodoro.

La carne va lessata in acqua bollente schiumando le impurità, poi va scolata e sciacquata in acqua calda, poi nuovamente scolata, per poi essere rosolata in olio con tutte le spezie e gli odori. Il cattivo odore della carne deve essere coperto con il vino/aceto e le spezie (rosmarino e alloro) il tutto deve essere lasciato marinare per almeno una notte prima della preparazione della ricetta.

Secondo la tradizione dei pastori abruzzesi, le pecore che morivano di vecchiaia o uccise da altri animali venivano cucinate con questa ricetta cosi che la loro carne non venisse sprecata.

buona mangiata dal gruppo del blog

oppure fate come Heidi e giocateci insieme!

heidi pecora

 

Memorandum di Arte e riflessione

28 Lug

Nel considerare l’ efficacia del gruppo comunità,

la consistenza dove c’è più riflessione e flessibilità, dove la società vuole aspetto, dignità e poesia,

dove c’è certezza e buonsenso a coniugare lo status sociale,

è una bella soddisfazione nel carattere e nella descrizione del proprio passaggio in comunità,

dove trasformazione, evoluzione e simulazione, trovano nell’ aspetto e flessibilità

e trovano digitalizzazione, lottizzazione, fusione e carattere.

Considerare l’ espressione dove la certezza è un coniugare responsabilità e riflessione,

trovano esistenza nel modo di vivere, dove la telematica è un modello di vita,

dove il tema è un’ arte di vita, dove la tela è un modo di vivere, dove decantazione e formazione

trovano riflessioni.

Cuore solitario

Dal Campo alla Festa: la III ed. Festa del Timo

14 Lug

In occasione della Festa del Timo che si è svolta il 12/07/2017  presso la comunità Passaggi via tiburtina Valeria km 68200  alle 20 circa,  vorremmo quest’anno raccontarvi come nasce questa esperienza della raccolta del timo. Una mattina Marino si svegliò  e disse :” è una bella giornata di sole andiamo a raccogliere il timo “. Sentite  che bel profumo!.

1 Per la raccolta bisogna saper togliere le erbaccie

2 è una pianta tipo rosmarino  con le foglie più piccole

3 si raccoglie  metà marzo e aprile

4 è un profumo dolce fruttato

5 ci si abbassa e poi con la mano si strappa

6 dopo l’essiccatura viene messo nelle buste

Sapete a cosa fa bene il timo:

fa bene per la tosse e vie respiratorie, per le vie urinarie e digestivo. Anche antisettico e Antibiotico!

 

Per la festa vi abbiamo offerto

Biscottini al Timo

Pasta con Zucchine, citronette, pepe rosa, mandorle, timo, pomodorini

bruschette con fagioli al timo

e tanti dolci!


 

 

Vi ringraziamo della presenza e della partecipazione!

Ringraziamo il Dj Nucleo!

Ringraziamo Il Comune di Carsoli che in modalità informale era con noi!

Ringraziamo Marco Malatesta di Virus

Ringraziamo Marino e la sua pipa!

Ringraziamo il clima e madre natura per il Bel Timo che ci ha offerto

Ringraziamo Tullio Lucidi per la presentazione del suo interessante libro su Oricola!

Ringraziamo Johnny Boy e il suo spettacolo di giocoleria

Ringraziamo i ragazzi del Calcio Sociale

Ringraziamo Paolo Morani e il suo telescopio

Ringraziamo Emma e il gruppo delle cene in Comunità

Ringraziamo i Genitori di tutti e la giovincella Nonna di Stesi

Ringraziamo tutti, tutti, tutti e gli altri amici che hanno partecipato

 

e Ringraziamo Noi per il lavoro svolto di accoglienza e organizzazione

Ci vediamo il prossimo anno  (Evviva il Timo)!!!

Tratti d’Arte e Indici d’odio

14 Lug

Meravigliose…

punto di contatto

tra riflessioni

e creatività,

plasmano opere,

richiamano

dolci pensieri

di tenerezze,

son capaci di seguire

contorni di pelle,

di energia;

son la parte

del corpo

dove si deposita

la fantasia.

Menti illuminate!

Cuori impavidi!

Anime straziate…

siete voi che custodite

importanti riflessioni,

siete voi

che le trasformerete

in artistiche creazioni.

Dalla terra al cielo

da mondi sommersi

al mondo terreno

siete voi…

che svolgete lavori vitali

immerse in un terreno

o fuse con arte e materia.

Ma il crudele

fraintendimento

vi usa ingiustamente,

ciò mi crea

profondo sgomento.

E son li che piango

di fronte a guerre

violenze

o vendette

di chissà

“quale santo”.

Intessete fiocchi

corrotti

che imbelliscono orribili sorprese;

premete grilletti crudeli

contro nobili vite

firmate ingiusti giudizi

minando libertà,

creando strazi.

Mai

queste crudeli vie

si confonderanno

con la mia ricerca

di magiche energie.

 

(se siete stati colpiti da questa poesia, provate a chiedervi che cosa avete pensato, mi piacerebbe saperlo)

Stesi D’Ignazio

44…proverbi sugli animali!

16 Giu
  1. Can che abbaia non morde
  2. Non destare il can che dorme
  3. Non menar il can per l’aia
  4. Chi dorme non piglia pesci
  5. La gatta frettolosa fa i figli ciechi
  6. Tanto va la gatta a lardo che ci lascia lo zampino
  7. Il lupo perde il pelo ma non il vizio
  8. Meglio un uovo oggi o la gallina domani?
  9. Campa cavallo che l’erba cresce
  10. A caval donato non si guarda in bocca
  11. La fame caccia il lupo dal bosco
  12. Moglie e buoi dei paesi tuoi
  13. La volpe quando non arriva all’uva dice che è acerba
  14. Il bue dice cornuto all’asino
  15. Attacca l’asino dove dice il padrone
  16. Mettere il carro davanti ai buoi
  17. Tagliare la testa al toro
  18. Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco
  19. Non vendere la pelle dell’orso prima di averlo catturato
  20. Andare a letto con le galline
  21. Gallina vecchia fa buon brodo
  22. Tira la coda al cane che ti dà pane e salame
  23. Prendere lucciole per lanterne
  24. Non si sente volare una mosca
  25. Cielo a pecorelle acqua a catinelle
  26. Anche le pulci hanno la tosse
  27. Anche le formiche nel loro piccole si incazzano
  28. Prendere due piccioni con una fave
  29. Avere una pulce nell’orecchio
  30. Non saper cavare un ragno dal buco
  31. Far vedere i sorci verdi
  32. Essere furbo come una volpe
  33. Occhio da sparviero
  34. Una rondine non fa primavera
  35. Avere una vista da falco
  36. Fare il salto della quaglia
  37. Muoversi come un elefante in una cristalleria
  38. Salvare capra e cavoli
  39. Astuti come serpenti semplici come colombe
  40. Quando il gatto non c’è i topi ballano
  41. Quando il gatto starnuta il tempo muta
  42. La curiosità uccise il gatto
  43. Qui gatta ci cova
  44. E per concludere un proverbio in dialetto salentino:
    ahi ahi ahi la pudraseddraa mi sigutà, auculeddra aucculeddra,
    la pudraseddra mi sigutà.(hai hai hai la chioccia mi seguiva,
    accovacciata accovacciata, la chioccia mi seguiva)
    Questo proverbio viene usato quando i giovani salentini si riferiscono
    Alle mamme un po’ troppo apprensive.
    Possiamo dire che è stato un blog proverbiale! 😀

 

P.S.  sapete che ci sono tantissimi proverbi che non ci sono piaciuti?

Molti di questi erano discriminatori verso il genere femminile…facciamo attenzione, il pregiudizio si cela dietro le piccole cose, i modi di parlare e di dire.

IL CONFINE SENSIBILE dice NO alla DISCRIMINAZIONE

 

 

continuate a seguirci!!!

un caro saluto dal gruppo del blog

 

 

CALCIO integrato, Integrated Football, Integrierter Fussball, Интегрирана футбол: un’esperienza di gioco, uno stile di vita con valori sociali e morali, dando un calcio all’ignoranza che non vuole sapere.

9 Giu

Una nuova opportunità per la nostra comunità locale!

Nei giorni del 18, 19 e 20 Maggio il Comune di Carsoli, la Comunità Passaggi e la sua attività del Calcio sociale, lo Csen di Roma e le sue attività di Calcio Integrato, si sono confrontate con le esperienze di sport integrato della Bulgaria e Germania.

Ci siamo messi “In Gioco” noi tutti nel discutere nuovi modi di svolgere le attività sportive integrate, sviluppando nuove idee e possibilità di inclusione sociale.

Confrontati con questa esperienza ci ha prodotto forti emozioni e desiderio di continuare in queste attività.

Ci siamo impegnati al massimo ad accogliere gli ospiti nella giornata del venerdì, le associazioni, il Sindaco, gli assessori, le scuole, i gruppi sportivi, riuscendo all’interno di un gruppo fatto di persone che parlavano lingue diverse a comunicare attraverso “un Codice Comune”.

Per chi ha partecipato e per chi è interessato vorremmo sapere la vostra opinione sull’iniziativa, aspettiamo vostri commenti.

 

Nel frattempo vi terremo aggiornati sull’andamento del progetto e se lo desiderate potete cliccare su

https://www.speechproject.eu/

https://www.facebook.com/speechproject.eu

http://cavalierenews.it/territorio/8269/carsoli,-un-successo-la-presentazione-pubblica-del-progetto-europeo-speech-project.html

 

 

(Senza Titolo)

5 Mag

Ti dedico tutto

anche quella parte del mio cuore

più profonda

Ti dedico le mie ferite

che mi hai inflitto

Ti dedico la mia rabbia

Ti dedico la mia follia

Ti dedico le mie parole

Ti dedico le mie ansie

Ti dedico le mie paure

Ti dedico la mia anima

…ecco, così ti ho dedicato tutto.

(Mary)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: